SOPRAVVIVERE GRAZIE A INTERNET. COME VENDERE ONLINE I TUOI PRODOTTI E SERVIZI

Dedicato ai titolari di attività aperte al pubblico e negozianti.

Prima di chiudere una volta per tutte la tua attività leggi questo.

Caro imprenditore, 

l’ultimo decreto non ha fatto altro che confermare quanto temuto. Le attività aperte al pubblico non hanno vita lunga.

I negozi di abbigliamento quando potranno aprire dovranno non solo sanificare continuamente tutti gli ambienti – ma- anche sanificare ogni capo di abbigliamento provato da quei pochi clienti ricevuti durante la giornata. Follia pura!

I bar non potranno mai più godersi del via vai mattutino. Per bere un caffè prima di entrare in ufficio dovremmo munirci di tanta pazienza e voglia di aspettare. 

I ristoranti non solo dovranno dimezzare il numero di tavoli ma dovranno munirsi di plexiglass. Una cena al ristorante si trasforma in un’esperienza simile a quella dell’invio di una raccomandata in posta.

Dimmi. Quanto potrai andare avanti? 

Se fino ad oggi il fatturato bastava solo per andare avanti. Dimezzando il fatturato e aumentando le spese quanto potrai sopravvivere? 

Questa situazione ci ha colti impreparati. E’ stato un calcio nei reni a un Italia che tentava lentamente a rialzarsi ma ancora in ginocchio. Un vero e proprio colpo basso. 

Resilienza

Un termine di cui si è abusato sino ad ora. Usato a sproposito da grandi e piccoli. Ora più necessaria che mail.

Quindi, caro imprenditore. Da lì, di nuovo in ginocchio e mezzo sanguinante ti tocca rialzarti. Di nuovo! Ma ora, è più difficile che mai. Non basta alzarsi ogni mattina, aprire il tuo negozio e sorridere ai pochi clienti. Non basta lavorare da lunedì a domenica. E’ la legge dei numeri. Ora serve un piano B. Ti serve un alternativa.

Qual'è il tuo piano B?

Chi più chi meno tutte le attività iniziano a pensare a come sopravvivere al meglio a questa convivenza con il “tanto caro” virus.

Sì, caro perchè ci sta costando proprio tanto. Sperare in un vaccino o che tutto miracolosamente passi non è un vero e proprio piano B. Ti serve una strategia, un metodo per riuscire a vendere i tuoi prodotti anche a negozio chiuso. Hai bisogno di dare visibilità a quello che vendi anche se non puoi contare sul passaggio. 

Ti serve aumentare le vendite e contenere i costi.

Se non ci hai ancora pensato è ora che inizi a farlo. Devi pensare al piano B. 

Quale strumento ti permette di avere le stesse vendite (o di più) rinunciando ad avere clienti al punto vendita?

L’unico modo, oggi, per continuare a vendere al pubblico rinunciando alla presenza presso il punto vendita è la consegna a domicilio e la vendita online. Se non hai ancora implementato alcuna strategia di acquisizione clienti e vendita per sfruttare questa possibilità stai perdendo un sacco di soldi. 

La vendita online ti permette non solo di continuare ad avere lo stesso flusso di cassa ma anche ad aumentarlo.

Per farlo ti basta una presenza online. Una vetrina dove esporre quelli che sono i prodotti che stai già vendendo. Dovrai solo organizzarti a ricevere ordini online o via telefono e consegnarli. 

E’ facile? Assolutamente no!

Impossibile? Assolutamente no!

Ricorda… RESILIENZA.

Devi imparare cose nuove e fare cose nuove. Dovrai stravolgere il modo in cui hai lavorato fino ad oggi. La tua attività ne ha bisogno per sopravivere. 

Le vendite online sono aumentate 200 volte da febbraio 2020

Mentre l’Italia entra in totale lockdown con negozi e attività completamente bloccate… un’intero mercato parallelo vedeva una crescita esponenziale. Negozi di abbigliamento, giocattoli e addirittura beni primari – attraverso la vendita online hanno visto aumentare la richiesta più di 200 volte. 

Chi aveva già creato una presenza online ha risentito relativamente la chiusura. Le persone vogliono e continuano a spendere. Devi dare loro la possibilità di farlo.

Gran parte degli e-commerce lavorano con fornitori Cinesi e vendono prodotti con consegna a 2-3 settimane o addirittura mesi.  Pensa al grande valore che puoi offrire ai tuoi clienti con una consegna che non supera i 3 giorni. 

Ci sono vari strumenti che puoi usare per iniziare a vendere online: 

Quale soluzione sia più adatta dipende dal tipo di prodotto che vendi e dal budget che sei disposto ad investire per lanciare il prima possibile. 

Una cosa è certa. Devi pensare a una strategia e lavorare alla sua realizzazione. 

Se hai bisogno di una mano per iniziare a vendere online clicca qui e prenota una consulenza gratuita. 

A presto, Orty. 

2 commenti su “SOPRAVVIVERE GRAZIE A INTERNET. COME VENDERE ONLINE I TUOI PRODOTTI E SERVIZI”

  1. Pingback: SOPRAVVIVERE GRAZIE A INTERNET. COME VENDERE ONLINE I TUOI PRODOTTI E SERVIZI – Muminjob

  2. Pingback: SOPRAVVIVERE GRAZIE A INTERNET. COME VENDERE ONLINE I TUOI PRODOTTI E SERVIZI – Marketing Updates By Randy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi