COME CREARE UN NEGOZIO ONLINE.

Stai pensando di creare un negozio online?

Se il tuo intento è quello di creare un sito e-commerce, devi come prima cosa sapere che ci sono diverse possibilità per farlo: è infatti possibile aprire un e-commerce gratuitamente, attraverso servizi online già quasi del tutto pre configurati; in secondo luogo,  è possibile acquistare un hosting e un dominio e installare un CMS, un software adatto alla configurazione di un-ecommerce in ogni suo aspetto. In alternativa, è possibile realizzare un sito e-commerce da zero, attraverso il linguaggio di programmazione.

Iniziamo!

1- Scegli il tipo di negozio online che vuoi mettere in piedi

Le alternative possono essere tante.

  1. Dropshipping
  2. Manifatturato
  3. Vendita prodotti artigianali preparati da te

e varie ed eventuali. Quindi il passo più importante è quello di fare le prime scelte. Scegli la nicchia, la tipologia di prodotti da vendere.

Il dropshipping è un sistema completamente automatizzato che non richiede un magazzino e pertanto a livello gestionale offre delle facilità ma dall’altro canto anche tanta concorrenza. Manifatturato e prodotti artigianali richiedono invece una organizzazione da parte tua sia del magazzino che delle spedizioni.

2- Scegli la piattaforma

1- Shopify – E’ una piattaforma semplicissima dal quale puoi vendere prodotti fisici, software o servizi. Ogni e-commerce ha un blog interno. -Sarai in grado di accettare pagamenti dalle principali carte di credito, con Pay Pal, con i Bitcoin e con metodi personalizzati. Ci sarà sempre un assistente a te dedicato. Se invece preferisci un’assistenza super veloce, esiste una chat istantanea (aperta 24 ore su 24). Per ogni e-commerce si ricevono 75€ di credito Google AdWords. Avrai costanti backup automatici. Ma soprattutto, gestisce molte problematiche al posto tuo, come ad esempio la pagina della privacy che elaborerà automaticamente in lingua inglese.

2- OneMinuteSite –  è un servizio “made in Italy” che permette di creare siti Internet e negozi online in maniera estremamente facile e veloce. Offre un piano base gratuito mediante il quale è possibile aprire un ecommerce su un dominio di terzo livello e vendere fino a 3 prodotti. I piani più avanzati sono quello Basic che per 4 euro/mese + IVA offre un dominio di secondo livello (es. nomesito.it) e la possibilità di vendere fino a 5 prodotti, quello Professional che costa 8 euro/mese + IVA e permette di vendere fino a 20 prodotti su un dominio di secondo livello e quello Business che al costo di 16 euro/mese + IVA propone tutti i vantaggi dell’offerta Business più il supporto a Trovaprezzi, l’attivazione di una campagna Google AdWords Budget con 100 euro inclusi e 2 ore di consulenza dedicata.

3- CMS – Se hai intenzione di aprire un negozio online di grosse dimensioni devi necessariamente comprare un dominio Web (se non sai come si fa, consulta il mio tutorial a riguardo) e uno spazio Web adatti ad ospitare un CMS. Mi raccomando, prima di acquistare uno spazio online assicurati che questo abbia tutti i requisiti necessari ad ospitare il tipo di store che hai in mente di realizzare: assicurati che goda del supporto a tutte le estensione php necessarie a far funzionare il CMS che sceglierai di adoperare, che abbia storage sufficiente ad ospitare i contenuti del tuo negozio (anche nell’immediato futuro) e che consenta un traffico mensile congruo al bacino d’utenza che prevedi di avere.
WordPress – è un noto CMS gratuito e open source nato per la realizzazione di blog che, però, grazie alla disponibilità di numerosi plugin e temi, si può trasformare abbastanza facilmente in una piattaforma ecommerce. Tra i plugin più completi per la creazione di negozi online tramite WordPress ci sono WooCommerce, WP e-Commerce e JigoShop che sono di base gratuiti ma offrono funzioni aggiuntive a pagamento. La loro installazione è semplicissima, così come la gestione degli oggetti. Tuttavia va sottolineata una scarsa configurabilità rispetto ad altri CMS che andremo a vedere tra poco. Riassumendo, possiamo dire che WordPress è una buona piattaforma per l’ecommerce, è molto semplice da utilizzare rispetto ad altri sistemi, ma non è adatto alla costruzione di store molto grandi o elaborati in quanto non offre parametri di configurazione avanzata come altri CMS nati appositamente per l’utilizzo in ambito ecommerce. Per avere una prima idea su come fare un sito con WordPress, consulta il mio tutorial sull’argomento.

3- Crea il tuo negozio online con shopify

Il primo step da compiere in questo passaggio è trovare il proprio tema preferito. Dedica del tempo a questa scelta, poiché una volta che i clienti avranno fatto una certa abitudine al tuo design, non potrai privarli di questa “sicurezza”. All’interno del negozio di temi di Shopify ci sono più di 100 modelli tra quelli premium e quelli gratuiti. Ti consiglio di scegliere un tema a pagamento: c’è davvero una bella differenza tra i temi a premium e quelli gratuiti. Ogni tema ha le proprie impostazioni personalizzate. Quindi dovrai fare lo sforzo di capire in che modo vorresti realizzare il design del tuo e-commerce e dovrai seguire i tuoi obiettivi plasmando le impostazioni a tuo piacimento. Ma niente paura! Tutto questo passaggio è molto semplici, e la piattaforma offre la possibilità di modificare le impostazioni senza conoscere i linguaggi HTML o CSS. Come fare
Step 1. Devi scegliere un modello
Recati sullo store di Shopify e sbizzarrisciti!
Step 2. Personalizza
Modifica tutte le impostazioni del tema come meglio desideri!
Step 3. Inizia!
Una volta modificato il tuo tema come più desideri, fallo scoprire al mondo!
Ma non stancarti di andare avanti. Molti blogger con la puzza sotto il naso ti diranno che non ne vale la pena e forse un giorno avranno ragione. Ma quel giorno arriverà quando sarai tu a deciderlo. Svegliati un’ora prima al mattino e vai a letto un’ora più tardi alla sera. Inventa, crea, rinnova e riprova. Siamo giunti alla fase di inserimento dei prodotti.
Fai clic su “Dashboard” di Shopify e seleziona “product”. Mentre fai clic su “Add a product” per aggiungere un prodotto.
Inserisci un titolo e una descrizione.
Attenzione: ricorda di spendere un bel po’ di tempo nella descrizione. Essa deve travolgere e impressionare il visitatore. Non descrivere in maniera tecnica il prodotto, ma racconta una storia; la tua storia.
Adesso dovrai scegliere il tipo di oggetto (fai bene attenzione a questo particolare, perché se deciderai di creare delle collezioni, ti verrà richiesto di catalogarle in base al tipo di prodotto).
Adesso inserisci il prezzo ed eventualmente anche un prezzo comparativo (nel caso in cui il prodotto sia a sconto).
A questo punto dovrete continuare in base alla vostra tipologia di vendita.
Oltre al prezzo, dovrai inserire la tua disponibilità di magazzino nella casella “SKU” e il peso, nel caso in cui le tue spese di spedizione varino in base al peso.
Se il prodotto ha diverse opzioni (come colori o taglie), seleziona la casella apposita e modifica quello che vuoi.
Infine scegli delle belle immagini. Esse saranno l’unico vero motivo per cui il cliente acquisterà nel tuo sito. Quindi occhio alla scelta: le tue immagini dovranno essere strepitose!

4- Scegli il dominio

Una scelta importante, da valutare con molta cura.
Nel caso di attività già avviate, il nome migliore da dare al dominio è quello dell’azienda stessa.
Altrimenti, se il tuo e-commerce sta partendo da zero, le scelte possono essere due:
1 Crea il tuo brand e utilizzalo come dominio;
2 Oppure scegli un nome che sia in grado di evidenziare ciò che fai.
Per quanto riguarda il secondo caso, esso è molto ben voluto dal punto di vista SEO. Scegliendo delle parole chiave che rappresentano la nostra attività, infatti, è possibile essere indicizzati meglio da Google per la stessa.
Per acquistare il tuo dominio su Shopify, recati nella sezione “Setting” e clicca su “domian”.
Puoi scegliere quello che vuoi (almeno che non sia già stato preso) per circa 10€ all’anno.
Altrimenti, se vuoi qualcosa di più professionale, affidati a SiteGround.

5- Conclusioni

Un negozio online può essere un ottimo investimento ma anche un bagno di sangue. Vi consiglio di non fare nulla di affrettato e ponderare bene ogni passo.

Buon lavoro!

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi