Benvenuti in Muminjob!

Archive November 2018

CONVERTKIT VS ACTIVECAMPAIGN

Una recensione che vede a confronto Convertkit vs Activecampaign

      VS           

La scelta della piattaforma di email marketing è critica. Così ho pensato di fare una recensione confrontando ConvertKit vs ActiveCampaign, che sono due autorisponditori che offrono servizi di automazione in più rispetto ad altri. (leggi articolo)

Avevo già parlato di Convertkit in QUESTO articolo.

ConvertKit vs ActiveCampaign: quale fa per me?

Prima di entrare nel dettaglio, ecco, secondo me, chi dovrebbe usare ConvertKit, e chi dovrebbe utilizzare ActiveCampaign.
Se vuoi un servizio  veloce e facile per la creazione di e-mail e sequenze, e non vuoi pasticciare con complicate automazioni, ti consiglio ConvertKit.
Se sei un marketer online che vuole una serie di automazioni, e puoi tranquillamente apprendere un sistema più complesso, puoi scegliere ActiveCampaign. Ma soprattutto consiglio di scegliere Active Campaign solo se realmente ti servono le funzionalità complesse che offre.

Le migliori caratteristiche di ConvertKit vs ActiveCampaign

ConvertKit ha questi lati positivi rispetto a ActiveCampaign:

ConvertKit fornisce la possibilità di creare Landing pages personalizzabili. È possibile cosi risparmiare qualche soldo non avendo un account LeadPages.

Forme più versatili. ConvertKit ha più opzioni di templates rispetto a  ActiveCampaign. Puoi anche avere i tuoi moduli come pop-over. Puoi usarlo cosi anche come pop up per il tuo sito.
Per creare qualcosa come le sequenze di ConvertKit su ActiveCampaign, è necessario creare manualmente un’automazione, che è un processo impegnativo rispetto a Sequence Builder di ConvertKit, che lo rende estremamente facile.
Un editor facile da usare per semplici email. ConvertKit rende molto facile comporre e-mail con la versione plain (la mia preferita). Ha un’interfaccia drag-and-drop per l’aggiunta e il caricamento di immagini.

Le migliori caratteristiche di ActiveCampaign vs Convertkit

Activecampaign è un generatore di automazione estremamente potente. È drag-and-drop, e si può costruire qualsiasi automazione si può immaginare con esso. È visivo, in modo da poter vedere esattamente ciò che si sta costruendo.
Offre altri modelli di email. Io preferisco usare sempre il modello più semplice  possibile, ma se volete offre molte opzioni di progettazione per i modelli di posta elettronica, in questo ActiveCampaign batte ConvertKit.
offre un’estensione di Gmail.  Con l’estensione di Gmail di ActiveCampaign, è possibile visualizzare tutte le informazioni di quella persona nella sidebar. Sulle piccole imprese e piani aziendali, è possibile aggiornare lo stato di qualsiasi “Offerta” associate a tale contenuto.

Inoltre, avete incluso anche l’SMS marketing (sulle piccole imprese e piani aziendali). Vuoi inviare un codice di sconto a un cliente?  Puoi farlo con l’SMS marketing. ActiveCampaign può inviare messaggi SMS a Stati Uniti/Canada, Gran Bretagna, Spagna, Australia, Germania e Messico.

Punti deboli di ConvertKit

Permettetemi una precisione: i fornitori di servizi di posta elettronica sono come i mariti. Non importa quale fornitore di servizi di posta elettronica si sceglie, ci sarà qualcosa su di loro che non va bene.
Faranno anche fare cose eccentriche che non hanno senso.  Disguidi e problemi nasceranno con qualsiasi tipo di autorisponditore voi scegliate.

Per quanto riguarda KonvertKit i punti deboli sono questi:

Le automazioni di ConvertKit sono molto semplici. È possibile attivare automazioni con diverse azioni principali, ad esempio quando un utente sottoscrive un modulo, completa una sequenza, fa clic su un collegamento o quando viene aggiunto un tag. Ci sono trigger e azioni per coprire la maggior parte delle esigenze, ma imparagonabile con quello di ActiveCampaign.

L’automazione  non ha un editor visivo drag-and-drop come quello  di ActiveCampaign. Anche in questo caso, questo potrebbe essere un bene, impedendo di sprecare tempo a costruire automazioni eccessivamente complesse.
Opzioni di segmentazione limitate. Se si pianificano gli eventi, e si desidera geo-targetizzare le campagne e-mail, non si può fare con ConvertKit .

Punti deboli Activecampaign.

Di tutti i servizi di posta elettronica, ActiveCampaign ha la peggiore esperienza di  e-mail editor.
Un’interfaccia lenta. Questo rende solo la creazione di messaggi di posta elettronica ancora più ingombrante. Ci vuole molto tempo per le pagine da caricare. Ricerca di contatti per creare segmenti è incredibilmente lento. ActiveCampaign ha l’interfaccia più lenta di qualsiasi servizio-di qualsiasi tipo-che io abbia mai usato.

Informazioni ConvertKit vs ActiveCampaign

  • ConvertKit ha “abbonati”. ActiveCampaign ha “contatti”. In realtà sono la stessa cosa. Sono e-mail sulla vostra lista .
  • ConvertKit ha una sola “lista”. ActiveCampaign ha più “liste”. Un contatto può essere su più liste su ActiveCampaign, È possibile inviare una singola e-mail a più elenchi su ActiveCampaign. ConvertKit ha un solo elenco, quindi ogni sottoScrittore conta ancora una volta. Per avere più “liste” su ConvertKit, hai invece segmenti, tag e forme.
  • ConvertKit ha “trasmissioni”. ActiveCampaign ha “campagne”. Questi sono i nomi che usano quando si sta creando una singola e-mail che si invia a un elenco o un segmento su una base di una volta.
  • ConvertKit ha “sequenze”. ActiveCampaign ha “auto-responder”. Queste sono entrambe le sequenze di email che inviano, una dopo l’altra, all’intervallo specificato (ad esempio, “2 giorni dopo l’email precedente”).
    • Le sequenze di ConvertKit possono innescare, e sono innescate da, automazioni. Tuttavia, ConvertKit ha semplici “automazioni”. ActiveCampaign ha complesse “automazioni”. Se si vuole costruire qualcosa di simile a una sequenza ConvertKit in ActiveCampaign-insieme con la capacità di innescare altre sequenze-si deve costruire un’automazione.
    • ConvertKit ha “tag”. ActiveCampaign ha anche “tag”. Questi funzionano lo stessi in ConvertKit e in ActiveCampaign. Aggiunta o rimozione di un tag può innescare

Prezzi

ACTIVECAMPAIGN

CONVERTKIT

A voi la scelta.

 

UNA GUIDA NELLA SCELTA DEL WEB HOST

Come scegliere il proprio Web Host.

 

Hai finalmente deciso di iniziare un business online o di portare online il tuo business attuale? Bene, in questo caso questo articolo fa per te. Nell’iniziare questo percorso la scelta del giusto provider (fornitore) sarà fondamentale per un inizio alla grande. Considerando che il blog o il sito che aprirai per il tuo e-commerce sarà nelle mani del web host che sceglierai per la sua creazione, è importante assicurarsi, prima di scegliere, che questo abbia alcune caratteristiche fondamentali. Ho preparato oggi un elenco delle caratteristiche che potrebbero essere necessarie per far si che scegliate un web host piuttosto che un altro.

Definisci le tue esigenze

Prima di contattare un web hosting, bisogna avere chiaro in mente ciò che si desidera e quello che necessitiamo ci fornisca questo fornitore. Bisogna considerare quello che si vuole costruire (come un Blog, negozio online o semplice sito web), che lingua di programmazione si utilizzerà, quale quantità di traffico  la società di hosting deve gestire e (più importante) quale target di mercato  (locale o internazionale) ecc. Queste sono le cose che possono aiutarvi a scegliere un provider di hosting per ottenere un sito Web richiesto o blog sviluppato comodamente.

Determinare ciò che  desiderate da un fornitore di hosting perché questo faccia per voi. Per esempio, se si tratta di un negozio online o si desidera caricare video e altri contenuti sul sito, allora non si dovrebbe scegliere un pacchetto economico e di base offerti da loro. Invece, si dovrebbe spostare con un hosting che offre RAM, larghezza di banda, potenza di elaborazione ad alta velocità, e abbastanza spazio sul disco per soddisfare tutte le esigenze del sito Web. È inoltre possibile chiamare il provider Web hosting preferito per chiedere informazioni sui loro pacchetti e quali specifiche tecniche offrono. Dite loro chiaramente di cosa avete bisogno e che cosa possono offrire per accontentare le vostre necessità.

Le Performance offerte

Un sito Web lento non solo rendere l’esperienza dell’utente peggiore, ma può anche influire nel posizionamento  nei motori di ricerca. Il tempo è denaro non solo per i proprietari di imprese, ma anche per i clienti e se un sito Web è inaccessibile per lunghi periodi , si possono perdere centinaia di opportunità di vendita e visitatori di valore . Ecco perché, si dovrebbe avere una società di hosting che può mantenere il vostro negozio online o sito attivo e veloce 24/7.

Supporto tecnico

Un supporto tecnico veloce e 24/7  è uno dei elementi principali che chi vuole aprire un sito per la prima volta dovrebbe prendere in considerazione. Anche in questo non tutti gli web host  sono uguali. Considerando che il supporto tecnico ti aiuterà a capire i problemi che un sito può avere e a correggerli il più presto possibile, un supporto tecnico continuo è molto importante. Così, meglio scegliere un fornitore di hosting che mette in primo piano il supporto dei clienti.

Prezzo

Trovare un Web host che sia conveniente e affidabile contemporaneamente è un’impresa ardua. Tuttavia, è possibile trovare il miglior prezzo e affidabilità confrontando diversi fornitori di hosting sul mercato. È inoltre possibile trovare un elenco di fornitori di hosting raccomandato dai professionisti attraverso una ricerca su Google per rendere il processo di ricerca del migliore web host più facile che mai. L’importante è accertarsi di trovare il servizio migliore al prezzo migliore.

Componenti aggiuntivi

Potrebbero essere necessari servizi in più rispetto a quanto offerto da un semplice  provider di hosting, come il certificato SSL, più centri dati, backup di dati regolari o libero dominio privacy e altri componenti aggiuntivi di sicurezza correlati per rendere il vostro sito Web o blog unico e sicuro. Meglio, quindi, controllare anche i componenti aggiuntivi e altre caratteristiche offerte dalla società che potrebbe esserevi utile. Puoi anche contattare il servizio clienti per richiedere i componenti aggiuntivi che desideri. Io ho fatto cosi.

Recensioni dei clienti

Questo è un consiglio che vi do per ogni tipo di qualsiasi acquisto voi facciate. Prima di scegliere un pacchetto e creare un account ricordatevi di controllare le recensioni dei clienti e feedback. A questo scopo, basta fare una ricerca su Google per società di hosting, o cercare i loro profili sui social media come Twitter e Facebook, ecc per verificare ciò che i loro clienti dicono in merito ai loro servizi. Inoltre, è anche possibile porre domande su un provider di hosting specifico sui social media per conoscere le opinioni dei loro utenti reali.

Alcune possibilità

Blue Host – leggi articolo

Liquid Web

Siteground

 

Conclusioni

Per chi apre un sito o un blog per la prima volta , il processo di scelta di un web host  può essere molto confusa e richiedere molto tempo. La cosa importante da ricordare è che tendenzialmente per iniziare i servizi offerti sono tutti di qualità. Almeno che non scegliete uno gratuito. Per il resto basta fare attenzione ai dettagli di sopra e sarà tutto più semplice.

 

 

COME CREARE LANDING PAGES CHE CONVERTONO

Sapete come creare Landing pages di qualità?

 

Abbiamo parlato in precedenza delle Optin pages. Oggi voglio parlarvi delle Landing pages in generale.

La landing page altro non è che una pagina web di atterraggio, una pagina dove gli utenti arrivano per compiere una determinata azione (acquisto, richiesta informazioni, guardare un video etc. etc.).

La landing page è un ottimo strumento per raccogliere alcuni dati degli utenti e potenziali clienti, come ad esempio gli indirizzi email. Tuttavia,  può e deve essere utilizzata anche per la maggior parte delle pagine di vendita. Inoltre, rispetto a qualsiasi altra pagina di un blog o di una pagina generica, al minimo cambiamento il tasso di conversione di una landing page può variare in modo drastico.

Ci sono molti strumenti che ti permettono di usare i modelli (landing page template) e di modificarli come vuoi. Invece di passare ore a creare una landing page, potrai così creare una landing page in pochi minuti. Segui le seguenti istruzioni e scopri come fare!

Come Creare una Landing page

Una landing page ben progettata può aumentare notevolmente le conversioni di una campagna. Piuttosto che indirizzare l’utente sulle pagine generiche del tuo sito web, dove potrebbe avere delle difficoltà a trovare quello che sta cercando, puoi indirizzarlo verso una pagina di atterraggio appositamente progettata che li indirizza esattamente nella direzione giusta.
Ci sono alcune linee guida da rispettare per massimizzare il successo della tua pagina.

Landing pages: L’obiettivo

La cosa fondamentale da fare prima di iniziare la creazione di una Landing page è definire il suo obiettivo. Una volta chiaro l’obiettivo che vuoi raggiungere puoi iniziare a progettare la tua pagina. L’obiettivo può essere raggiungere un determinato numero di conversioni, di contatti ecc. Un altro obiettivo che devi avere chiaro è quello di dare un determinato messaggio ai visitatori.

Differenza tra squeeze page e landing page

La squeeze page è un tipo di landing page. Risponde ad un obiettivo leggermente diverso dalla pura landing page. Mentre quest’ultima ha il preciso obiettivo di convertire l’utente, a prescindere dal mezzo utilizzato (call-to-action, pulsante, immagine, form), la squeeze page è una pagina web che ospita un form di contatto (lead form o optin form) con il preciso obiettivo di raccogliere delle informazioni di un utente.

l’importanza della CALL TO ACTION

Una volta definito il tuo obiettivo, la pagina deve avere una chiara “call to action” (invito all’azione). Questa è probabilmente la parte più importante di qualsiasi pagina di destinazione. Il tuo invito all’azione dovrebbe essere specificamente legato al tuo obiettivo e dovrebbe essere supportato da tutto il resto, dal titolo, dal corpo. dalle immagini e dal layout generale.

Al fine di creare una landing page di successo, assicurati che il tuo invito all’azione si trovi vicino alla parte superiore della pagina, dove qualcuno può cliccarlo senza dover scorrere.  Mettere una chiamata all’azione proprio vicino alla parte superiore della pagina rende le cose più facili ai visitatori. Tutti gli elementi più importanti si devono trovare prima di scorrere.

Lunghezza e testo

Il testo deve essere chiaro e conciso. Dovrebbe essere anche persuasivo. Le Landing page non sono il luogo in cui mostrare le tue creatività, a meno che la creatività non sia chiara, concisa e persuasiva.
Ogni singola frase e parola sulla landing page dovrebbe avere uno scopo, e lo scopo dovrebbe essere quello di supportare la call to action. Offri ai tuoi visitatori ciò che vogliono sapere nel minor numero possibile di parole e convincili a rispondere al tuo invito all’azione il più rapidamente possibile.

Se la tua landing page include un modulo, assicurati che richieda solo le informazioni più importanti. Se stai cercando di indurre i visitatori a iscriversi a una newsletter, assicurati di chiedere solo il loro indirizzo email. Qualunque cosa in più diminuisce le probabilità di convertire.
Se stai chiedendo loro di comprare qualcosa, rendilo il più semplice possibile. Basta chiedere i dati principali: informazioni di fatturazione e spedizione, oltre a una schermata di conferma prima di effettuare l’ordine.  Aspetta prima di chiedere ulteriori informazioni, richiedile dopo che l’ordine è stato effettuato.
Questo modulo richiede solo nome e indirizzo email, nessun’altra richiesta in grado di scoraggiare la registrazione.

 

Usa gli strumenti disponibili

Se non vuoi utilizzare un web designer per le tue pagine , ci sono software che offrono tamplate fantastici. LEADPAGES è uno dei più facili da usare e consente di creare pagine di destinazione senza esperienza .

E’ possibile creare landing pages wordpress usando gli strumenti messi a disposizione da questo cms.

Clickfunnels è uno dei software più completi per la creazione delle pagine.

Conclusioni

Inutile dire che la landing pages è essenziale per un business online di successo. Esse sono probabilmente il modo migliore per acquisire leads e aumentare i contatti per il tuo funnel di vendita.  Quindi, scegliete gli strumenti giusti e sperimentate.

 

 

BUSINESS ONLINE. IMPARA A DELEGARE

Stai facendo business online e le 24 ore non ti bastano?

Oggi voglio parlarvi di una cosa molto importante che ho imparato in questi mesi di esperienza online. Il tempo è oro. Personalmente faccio due lavori e ho una famiglia da portare avanti quindi vi lascio solo immaginare quanto è importante per me ottimizzare. Inizialmente perdevo tutte le ore dedicate al business online in dettagli e attività non importantissime ma che richiedevano molto tempo da parte di una come me per niente esperta. Vi dico solo che per creare il logo ho perso 3 ore.

Poi ho imparato.

Delegare.

Ora ho un metodo e soprattutto la parte tecnica non utile al marketing ho imparato a delegarlo. In un business online, ma non solo,senza fare liste, non saresti in grado di organizzare tutte le cose che devi fare e come le vuoi fare. Questo è il modo principale per  tenere traccia dei vari impegni e progetti.

Io ho adottato questo metodo. La domenica faccio un elenco con tutte le cose da fare durante la settimana che deve iniziare. Ovviamente la mia lista include tutti gli impegni sia lavorativi che quelli inerenti alla famiglia,quindi la mia lista è divisa in tre parti:

Lavoro; Business Online; Famiglia 

Nel “To Do list” seleziono la parte dei lavori che mi occuperebbero troppo tempo (parliamo soprattutto del business online) e valuta se cè possibilità di delegarli a un costo basso ma che mi farebbe guadagnare il tempo che per me è oro. Alla fine della settimana tiro poi le somme sul lavoro svolto e l’andamento del lavoro.

Per delegare alcuni lavoretti utilizzo i vari siti di freelancers online. Tra questi vi posso consigliare:

Fiverr – Questo è in assoluto il mio preferito. Con 5$ potete avere un logo, una cover per il vostro e-book ecc. L’iscrizione è gratuita e potete fare pagamenti sia attraverso la carta di credito che PayPal. Potete scegliere il vostro freelancer valutando in base alle recensioni che questo ha e al costo. Però insomma per poco potete avere un lavoro ottimo e risparmiare cosi il vostro tempo.

Addlance Questo è un sito Italiano dove potete trovare vari professionisti. Io non l’ho mai usato come cliente ma come freelancer si. Qui potete trovare anche assistenti virtuali nel caso ne aveste bisogno.

Upwork – Anche questo è un sito dove trovate freelancers di varie attività.

Comunque le possibilità sono tante. Quello che conta è che non vi impuntate a fare tutto da soli. Fare lavori per i quali non si è specializzati non solo fa perdere tantissimo tempo ma cè il rischio di perdere tempo per un risultato scarso. Non vi concentrate sulla spesa che dovreste affrontare delegando ma bensì sul quello che potete guadagnare con il tempo risparmiato. Potete usare questo tempo per migliorare la vostra strategia, studiare, creare le vostre pagine o semplicemente per stare con i vostri figli.

Quando il vostro business avrà dato i suoi frutti dovrete passare a un grado più alto e delegare anche parti più importanti del vostro lavoro a fronte di un costo più elevato. Iniziare a ragionare da imprenditori è molto importante e sarà decisivo per l’andamento del vostro business.

E’ questione di mindset.

 

 

5 STRUMENTI DI “GROWTH HACKING”

Avete mai sentito di Growth Hacking?

Se volete costruire un business online dovete abbracciare il fatto che sarete più di un semplice marketer. Sarai  un imprenditore, con obiettivi impostati, e, soprattutto, che vanno raggiunti. A causa della frenesia che abbiamo nel possedere un business, non c’è dubbio che siamo costantemente alla ricerca di modi per diventare marketer più smart.
La chiave di ogni azienda è la crescita. Al fine di raggiungere gli obiettivi abbiamo bisogno di  strumenti da utilizzare nel marketing. Ma non solo gli strumenti, è necessario il meglio.
Oggi voglio proporvi alcuni dei migliori strumenti di growth hacking  che Internet ci offre. Sono strumenti progettati per aiutarti in diversi modi. Iniziamo.

Crazy Egg

Fare dei Test A/B è un modo importante per verificare se  il piano  marketing sta funzionando. In sostanza, A/B test significa eseguire due diverse copie di emails, campagne di marketing o annunci allo stesso tempo e misurare i risultati.
Il punto è quello di scoprire cosa funziona, escludere quello che non va, e migliorare la strategia di marketing fino ad avere una scaletta di pubblicità che promuove una crescita sostanziale.

Crazy Egg serve a questo. Permette di costruire mappe visive per vedere dove i clienti stanno andando sul tuo sito Web. Si può guardare sia le singole sessioni, nonché le statistiche complessive per un dato periodo di tempo. Come funziona?
Supponiamo di aver impostato due annunci . È possibile inserire il link su  Crazy Egg e vedere quale annuncio è più performante. Sulla base dell’esito del test, potete imparare  cosa preferiscono i clienti e  lavorare con gli annunci più efficienti.

Marketo

I Social media sono rapidamente diventati uno dei modi migliori per commercializzare il marchio ad un  vasto pubblico.
Marketo ti permette di raggruppare tutte le tradizionali applicazioni di annunci social media insieme in un unico sistema di facile utilizzo. Questo versatile strumento ti aiuterà a creare campagne pubblicitarie e a diffonderle su tutti i tuoi account social media aziendali.
Una volta che hai pubblicato i tuoi annunci, Marketo ti permette di sviluppare un piano e seguire Analytics su ogni piattaforma. Potete vedere quali annunci stanno generando contatti o vendite e quelli che hanno bisogno di qualche miglioramento. La panoramica dettagliata fornisce informazioni quali il tasso di clic, le conversioni, le visualizzazioni e altro ancora.

OptinMonster

Uno dei modi in cui  questo strumento vi aiuterà a far crescere il vostro business è aiutandovi a attirare  visitatori in target al sito Web.
Ci sono diversi modi in cui OptinMonster collega i visitatori al tuo marchio. Puoi utilizzarlo per creare moduli personalizzati che incoraggino le persone che vengono alla tua pagina ad iscriversi alla tua mailing list.
Lo scopo è quello di trasformare semplici visitatori in acquirenti e in acquirenti ripetitivi.

BuzzSumo

Questo strumento è utile per chi scrive contenuti per il sito Web. E’ fondamentale che il contenuto corrisponda a ciò che il pubblico cerca, in particolare il tuo di pubblico.
BuzzSumo è uno strumento che ti aiuta a fornire contenuti di qualità . È possibile targetizzare specifiche parole chiave e vedere quale è di più interesse nella vostra nicchia, anche confrontandoti con i concorrenti. Scoprirete che tipo di contenuti la gente sta pubblicando, inclusi i titoli.
Non c’è un modo più rapido per raggiungere una crescita se non pubblicando contenuti di qualità. È possibile utilizzare BuzzSumo in combinazione con lo strumento di Google Keyword per sviluppare un SEO a lungo termine e piano di marketing.
Dopo aver pubblicato alcuni contenuti, puoi tornare indietro e paragonarli con i tuoi concorrenti per vedere dove puoi migliorare. L’analitica in tempo reale ti dà informazioni su come puoi creare contenuti curati che porteranno il tuo pubblico a tornare

Mixpanel

Mixpanel è uno strumento che, tra le altre cose, può aiutare a migliorare l’esperienza del cliente nel momento di un acquisto. Questa risorsa consente di creare dati sui clienti durante il processo di selezione ed acquisto.
Imparerete se ci sono dei problemi, e come è possibile velocizzare il processo di checkout. Gli studi dimostrano che più a lungo il cliente perde intorno prima dell’acquisto, più sono le possibilità che abbandoni il carrello. Mentre è possibile utilizzare le proprie abilità di marketing per riportare queste persone indietro, la soluzione migliore è quella di assicurarsi che essi possono terminare il loro ordine la prima volta.
Mixpanel vi aiuterà a darvi un vantaggio competitivo sul mercato, aiutandovi a ottimizzare e Perfezionare l’esperienza di un visitatore dall’inizio alla fine.

Conclusione

La Crescita di un sito Web è un obiettivo per il quale si deve lavorare tanto per raggiungerlo. Tuttavia, se avete gli strumenti giusti a portata di mano, è possibile “hackerare” il sistema e fare alcuni progressi seri verso i vostri obiettivi di marketing a lungo termine.

 

 

COME ENTRARE IN MAXBOUNTY

Vuoi entrare in Maxbounty?

Ciao a tutti, avete mai sentito parlare di Maxbounty?

Avevo parlato fino ad ora delle affiliazioni ma mai delle affiliazioni Cpa e devo dire che in questo Maxbounty è una autorità.

Cos’è Maxbounty?

MaxBounty è una rete di marketing di affiliazione CPA (costo per azione) che offre agli affiliati l’opportunità di promuovere per diverse aziende (venditori) e guadagnare denaro extra per ogni visitatore del sito web che portano a queste società. MaxBounty utilizza il modello di affiliazione CPA o costo per azione, il che significa che l’affiliato guadagnerà reddito con i visitatori del sito Web che portano attraverso il marketing  senza che il visitatore debba acquistare nulla. I visitatori hanno solo alcune semplici azioni, come l’invio del loro indirizzo e-mail o codice postale per scoprire ulteriori informazioni su un determinato servizio o prodotto.

Come Funziona?

Per entrare in Maxbounty come affiliato dovete inoltrare online la richiesta. Mentre molti altri programmi di affiliazione approvano automaticamente la maggior parte dei candidati, Maxbounty vuole assicurarsi che i suoi affiliati abbiano una certa esperienza nel marketing di affiliazione. Il processo di approvazione può sembrare difficoltoso ma con questo articolo vi darò qualche dritta su come fare per essere approvati.

Come promuovere i prodotti Maxbounty

Ogni venditore precisa le modalità di traffico consentite. Vi consiglio di stare attenti a questo se non volete essere bannati in breve tempo. Maxbounty offre grandi possibilità di guadagno, soprattutto per chi ha già un pubblico in un determinato target. Ma non dovete violare il regolamento.

Come Iscriversi a Maxbounty.

Per iscriversi al programma di affiliazione andate su Maxbounty.com,

Qui dovete inserire le informazioni basilari. Nome, cognome, password ecc.

Max Bounty Security Questions

 

La seconda pagina vi richiede di inserire alcune domande e risposte di sicurezza, anche questo passaggio è semplice.

Max bounty Contact Info

Nella terza pagina dovete inserire le vostre informazioni di contatto. Vi suggerisco di inserire ASSOLUTAMENTE informazioni VERE, soprattutto il numero di telefono. Dopo avere inoltrato la richiesta verrete contattati da un responsabile. Tranquilli la telefonata dura 1 minuto reale e vi chiederanno semplicemente come intendete promuovere i prodotti Maxbounty. Se ve lo state chiedendo, la telefonata è in Inglese, quindi è ora che iniziamo a imparare l’Inglese.

 

Max bounty Account Address

In questa pagina dovete inserire il vostro indirizzo ecc. Anche in questo passaggio non cè nulla da suggerire insomma. Mi sembra scontato che i dati devono essere veritieri.

L’esperienza CPA

Max bounty Account Experience CPA

Ok, arriviamo nella parte dove grande parte dei candidati si bloccano e/o vengono bocciati.

Quindi vi consiglio di fare attenzione a questi passaggi.

Nella parte “what is Your experience” scegliete la terza alternativa, che sarebbe quella ” poca esperienza con qualche vendita”.

Il consiglio è quello di essere sinceri, quindi inserite le vostre esperienze nelle descrizioni. Come canali vi consiglio di indicare Social Media Marketing, bing e email marketing.

Se avete un sito potete dire che volete promuovere prodotti in nicchia con il vostro blog. Io ho fatto cosi, anche se in realtà non sto promuovendo i loro prodotti attraverso il mio blog.

Max bounty account incentive no

Vi suggerisco di fare attenzione a questo passaggio, che è quello che a me ha creato qualche ostacolo nell’essere accettata. Alla domanda “Is This Account for incentive traffic” dovete rispondere assolutamente “NO”.

Dopo questo cè il passaggio finale.

Agrees the Max bounty Terms

Basta accettare le condizioni e clicca su Finish. Dopo dovete confermare il vostro indirizzo email attraverso il link che vi mandano.

Come passare la chiamata, cosa chiedono

Come vi dicevo prima la telefonata è durata veramente 1 min di orooggio.

Vi chiederanno dove avete sentito di Maxbounty, che prodotti avete venduto fino a ora e come intendete promuovere i loro prodotti.

Personalmente ho solo raccontato la mia esperienza.

Ecco fatto! In bocca al lupo e se avete domande scrivetemi pure.

BLUEHOST RECENSIONE

State pensando di creare un blog? Oggi vi do una recensione di Bluehost.

 

 

Ciao a tutti, oggi vi racconto la mia esperienza con BlueHost.

Ho scelto questo servizio di Hosting per un nuovo progetto.

Ho già parlato del blog e di wordpress nei miei articoli precedenti. (leggi articolo)

BlueHost ha un prezzo molto competitivo. Tuttavia, offre molti vantaggi e sconti con un piano Pro a lungo termine, progettato per le grandi organizzazioni. Offre un numero illimitato di siti web, banda, backup professionale dei siti, domini illimitati, account email e memoria, così come SLL, IP dedicato e un tempo di caricamento del sito più veloce.

Questi sono le caratteristiche dei piani hosting.

scelta del server su Bluehost

Quello base va benissimo per chi ha bisogno solo di un sito.Nel piano base sono inclusi una serie di servizi.

Backup automatici giornalieri

Questi sono fondamentali per proteggersi da attacchi di hackeraggio o in caso di problemi tecnici che vi possono capitare.

Protezione delle risorse

I siti web con problemi vengono isolati al fine di mantenere alte le performance di tutti.

Cpanel

Il Cpanel di Bluehost è avanzato e facilmente usabile. Da questo panello potete gestire in autonomia ogni aspetto del vostro hosting.

WordPress

Wordpress su Bluehost

Bluehost è stato ottimizzato  per migliorare  le performance di WordPress.

Installarlo su Bluehost è facilissimo, ma questo non è l’unico vantaggio.

Gli hosting, anche quelli base, sono studiati per ottimizzare a livello tecnico le prestazioni del tuo WordPress.

Secondo me è il migliore per WordPress.

Se si sta iniziando un nuovo progetto o se si ha intenzione di spostare un sito WordPress già esistente Bluehost è l’hosting ideale.

L’installazione è estremamente facilitata, dal pannello di controllo con un solo click.

(Leggi anche Come creare un blog in 4 passi con WordPress)

 

Rimborso

E’ previsto un rimborso entro 30 giorni. Quindi se fate l’acquisto ma per qualsiasi motivo vi trovate a dover chiudere l’account potete chiedere il rimborso.

Servizio Clienti

Personalmente mi sono trovata molto bene con il servizio clienti. Vi servirà parlare l’Inglese ma sono molto veloci a risolvere qualsiasi problematica. Vi consiglio di usare la chat perchè è il modo più veloce.

Conclusioni

La mia esperienza con Bluehost è stata veramente positiva, pertanto, la consiglierei.

Se avete intenzione di aprire un negozio on line utilizzando Magento – ricordiamo che Magento è uno dei più utilizzati software open source per l’e-commerce; dal pannello di controllo con un solo click è possibile installare Magento in maniera veramente semplice.

I servizi offerti da BlueHost sono affidabili e capaci di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza.

Ho parlato esclusivamente di Hosting condiviso perché sono i servizi più richiesti, ma BlueHost offre pacchetti di Hosting dedicati, per gli utenti più esigenti, a partire da 75 dollari al mese, oppure Hosting VPS a partire da 15 dollari al mese.

Il sito, compreso ovviamente il pannello di controllo, è scritto in inglese, così come in lingua inglese è il supporto ed i vari tutorial, questo può essere un limite per gli utenti italiani che abbiano poca dimestichezza con la lingua inglese.

Sotto trovate un video che ho selezionato direttamente dai tutorial di Bluehost per creare un sito WordPress in pochi minuti. E’ in Inglese ma molto intuitivo quindi se avete intenzione di creare un sito internet vi consiglio di guardarlo.

 

CREA IL TUO SITO CON 3$ AL MESE

UNA VITA DA MARKETER.

Internet Marketing Lifestyle: Come vivere al meglio la vita da Internet Marketer.

Lavori a tempo pieno come internet marketer?

E’ come avevi pensato che sarebbe stato?

Stai davvero sfruttando al massimo questa posizione?

Per molti di noi, la risposta a questa domanda, purtroppo, è un grande “NO”. Il marketing su Internet può essere molto stressante e se non si attribuisce priorità al proprio benessere, alla propria salute e al proprio stile di vita, in realtà può essere peggio che lavorare in un ufficio 9-18. Se non sai come equilibrare  al meglio  lavoro / vita privata, se sei costantemente concentrato sul fatto che hai troppo lavoro, o se ti senti completamente schiacciato da un carico di lavoro enorme va a finire che non ti prendi mai del tempo per te.

Allo stesso modo, se non entri in una buona routine, puoi finire a lavorare da casa in pigiama tutto il giorno, iniziando a lavorare alle 13 e non finendo fino alle 22:00. Alcuni internet marketers si ritrovano a fare lavori per i quali non trovano alcuna gioia o piacere. Può essere un’esperienza che distrugge l’anima, passare tutto il tempo a cercare di aiutare le persone a vendere prodotti digitali di bassa qualità o addirittura articoli dannosi.

Poi c’è la sensazione che in realtà non stai “progredendo” in alcun modo significativo. Si può finire distrutti, fuori forma, stressati e costantemente sovraccarichi di lavoro mentre si cerca di far quadrare i conti.

 Bisogna imporsi una daily routine per vivere al meglio questa professione e per non essere schiacciati emotivamente.

Dormire meglio

Per raggiungere successo nel marketing online è necessario avere una visione di ciò che si vuole raggiungere. Allo stesso tempo, però, è necessario iniziare ad apportare modifiche più piccole e concrete al modo di lavorare su base giornaliera. Come gestisci il tuo attuale carico di lavoro?

Scommetto che potresti essere più efficace e più efficiente. Se al momento stai iniziando a lavorare alle 13:00 o alle 10:00, stai sprecando ore della giornata. Forse ti ritrovi costantemente interrotto dalle telefonate, o stai lottando per smettere di giocare a candy – crush o x-box ogni mattina per le prime ore prima di fare qualcosa di utile.

L’importanza della disciplina 

Se ti trovi spesso a finire il lavoro all’ 1 di notte, allora devi seriamente riconsiderare il tuo approccio. Questo non solo ti impedirà di goderti il ​​tempo con i tuoi amici e la tua famiglia, ma sarà anche poco professionale per i tuoi clienti.  Non solo, ma ti ritroverai costantemente stanco, teso e meno efficace di conseguenza.Quindi la soluzione è iniziare ad avere disciplina. Ciò significa che ti svegli in un orario prestabilito al mattino e inizi a lavorare anche a un orario prestabilito. Allo stesso modo, significa che quando lavori, stai lavorando. Ciò significa non giocare, guardare la TV o effettuare chiamate personali.

Il riposo ideale 

La prima cosa che devi fare è cercare di aggiustare il sonno in modo che quando scatta la sveglia, hai la forza di volontà di saltare fuori dal letto e andare subito al lavoro (o in palestra). Questo richiede molta disciplina mentale, ma questo è il punto: questo coltiverà la tua disciplina e ti renderà una persona generalmente più efficace e produttiva. Se riesci a scattare fuori dal letto alle 7 del mattino  … beh allora puoi fare qualsiasi cosa!Ma inizia con il dormire a sufficienza in modo da avere più energia e forza per cominciare.

Ci sono diverse cose che puoi fare per assicurarti che il tuo sonno sia più profondo, più riposante e più efficace. Il primo è spegnere il telefono un’ora prima del letto e smettere di guardarlo. Lo stesso vale per computer, laptop o qualsiasi altra cosa. Per i principianti, guardando schermi luminosi causerà il rilascio dell’ormone dello stress cortisolo che funziona contro la melatonina dell’ormone del sonno. Più cortisolo hai nel tuo sistema, meno melatonina produrrai. Allo stesso tempo, i telefoni e altri dispositivi sono stressanti di per sé. Sono stressanti perché li associamo a chiamate importanti, con clienti arrabbiati e con il lavoro. Ma sono anche intrinsecamente stressanti in senso biologico. Questo perché sono pieni di cose progettate per innescare l’eccitazione e quindi attirare la nostra attenzione.

Spegni tutto e il tuo corpo comincerà a rilassarsi di più – specialmente se lo combini con un po’ di lettura per calmare la mente e contemporaneamente rendere i tuoi occhi più stanchi, così da iniziare a sentirti pronto per andare a letto. Naturalmente è necessario assicurarsi che il proprio letto sia comodo e di supporto e che sia necessario assicurarsi che la stanza sia al buio e silenziosa mentre si sta cercando di addormentarsi.

Coltivare la disciplina e utilizzare le giuste strategie

Va bene, ora sei sveglio, e poi?

Spetta a te a che ora ti alzi e quanto tempo ti serve per essere attivo. Molto probabilmente, questo sarà collegato con altri impegni e requisiti di stile di vita. Una volta che hai deciso di sederti e lavorare, però, la prossima sfida è lavorare davvero e non distrarti da altre cose o smettere di lavorare per gironzolare.Quando la maggior parte di noi gironzola a vuoto, vuol dire che stiamo passando il nostro tempo a navigare in Internet distratti, a giocare con i videogiochi o, in genere, a perdere tempo, mentre ci sentiamo stressati dal fatto che non stiamo lavorando. Ora pensa quanto sarebbe meglio lavorare in modo solido al mattino e poi avere qualche ora alla fine della giornata per rilassarti e goderti davvero la libertà!Quindi, come ti incoraggi a immergerti direttamente nel lavoro e a continuare a lavorare finché non hai finito tutto?

I seguenti suggerimenti ti aiuteranno a farlo.

Dividi la giornata in blocchi 

Il primo punto importante è prevedere dei momenti di relax e divertimento. Lavorare l’intera giornata senza interruzione, al contrario di quanto si pensa, potrebbe essere controproducente.Se sai di avere 8 ore di lavoro continuativo senza alcuna interruzione, dovrai lottare per rimanere concentrato.Il tuo cervello sarà concentrato sul fatto che dovrà lavorare per 8 ore senza sosta. Quindi, meglio dividere la giornata in blocchi distinti che includeranno delle pause e dei momenti di relax.Per fare ciò, devi prima riflettere su cosa è necessario  realizzare nel arco della giornata e quanto tempo hai per farlo.

Un’altra informazione utile è sapere approssimativamente quanto ci si mette a completare una certa quantità di lavoro.Questo a sua volta ti consentirà di calcolare il tempo necessario per completare ciascuna attività. Con questa conoscenza, sarai in grado di suddividere ogni attività in diverse ore.a

Questo ti dà un giorno pieno di grandi progetti di lavoro, ma ti dà anche l’opportunità di rilassarti e prendere fiato. Iniziare a lavorare non è poi così male quando sai che tra le 11 e le 11 e 20, sarai in grado di rilassarti con una tazza di tè. E lavorare di nuovo fino alle 14:00 non è poi così male quando sai che hai mezz’ora per pranzo.Mentre molti di noi pensano che il modo migliore per essere produttivi sia immergersi direttamente nel lavoro e non concedersi pause, questa è la cosa peggiore che puoi fare.  Qualcos’altro che potresti aver notato qui è che abbiamo programmato anche  quando bere tazze di tè e caffè. (Consiglio pro: un caffè alle 16:00 è un ottimo modo per riprendersi in un momento in cui il corpo è più stanco e letargico dopo il lavoro!)Questo è davvero molto importante e ti aiuterà ad essere molto più produttivo. Perché? Perché le piccole pause per fare il tè possono effettivamente portarti fuori dalla “zona di lavoro” e rappresentare una rottura del flusso di lavoro. Se la prima cosa che fai è prendere un tè o un caffè, poi fare uno spuntino, poi rispondere alle e-mail … arrivi alle 10.30 e non hai ancora concluso nulla! Questa è una sensazione molto schiacciante ed è abbastanza per farti allontanare dal tuo obiettivo. Quindi, invece, inizia subito a lavorare su qualcosa di utile e importante e in questo modo sarai in grado di iniziare la giornata in modo ottimale.

Come buttarsi direttamente nel lavoro 

La prossima domanda è cosa dovresti impostare come primo compito per la giornata. E la risposta è che idealmente, dovresti fare qualcosa che sia relativamente facile e divertente.La parte più difficile per immergersi nel lavoro è quello di mettersi in uno stato mentale giusto per cominciare. Una volta che vai, è relativamente facile da mantenere. E’ l’inizio la parte più difficile!Se il tuo primo lavoro è travolgente, spiacevole e molto noioso, allora è probabile che ti ritrovi a rimandare, scusarti e procrastinare.

Detto questo, cerca anche di spostare il lavoro più cruciale e urgente verso l’inizio della giornata. L’obiettivo è che se raggiungi il burnout entro le 15:00, dovresti aver già completato tutte le attività più urgenti che devi completare. Anche questo passaggio ti consentirà di dare più fiducia al sistema che hai creato.

Prova a seguire questi suggerimenti per i prossimi giorni e scopri come migliora il tuolavoro. Puoi iniziare a guadagnare del  tempo nella tua giornata e in tal modo prenderti un po’ di tempo per te, allora possiamo iniziare a guardare come migliorare la qualità della tua attività e della tua vita!

Conclusione 

Per ora, spero che tu abbia alcune idee e incentivi forti per iniziare a cambiare il modo in cui gestisci la tua attività. Ciò significa cambiare il modo in cui gestisci i clienti, significa assicurarti di non perdere ore a gironzolare a vuoto ogni mattina e significa trasformare la tua salute e la tua felicità in priorità assolute. L’Internet marketing è un lavoro che può darti immensa libertà, successo finanziario, fama mite e un incredibile senso di soddisfazione. Per arrivarci però, è necessario lavorare sulla tua attività . Il viaggio inizia qui!

VUOI FARE SOLDI ONLINE? 5 SUGGERIMENTI SU COME INIZIARE.

Se anche tu vuoi iniziare a fare soldi online leggi questi 5 suggerimenti che ho selezionato per te.

 

Ciao a tutti,

oggi ho deciso di condividere con voi 5 suggerimenti o idee su come iniziare a fare soldi online.

Nessuna bacchetta magica, intendiamoci, ma sono comunque idee che potete sfruttare e portare avanti. Con un po’ di pazienza e costanza vedrete sicuramente i primi risultati.

Iniziamo!

1- ASSISTENTE VIRTUALE O FREELANCE

Vuoi arrotondare il tuo stipendio o stai cercando un lavoro da svolgere a casa? Diventa un Assistente Virtuale o un Freelancer. L’Assistenza Virtuale è una professione che offre numerosissimi sbocchi professionali: non si tratta come si crede erroneamente di fare la segretaria da casa, ma di crearsi una professionalità tale da potersi proporre in svariati ambiti: dagli ambiti più tradizionali della segreteria, al Web Marketing e al Social Media Marketing.
Sono migliaia le Assistenti Virtuali in tutto il mondo e non vi è dubbio che sarà una tendenza in crescita anche in Italia.
Il mondo del lavoro ormai è cambiato, non esiste più il posto fisso, il lavoro bisogna imparare a crearselo sfruttando le proprie competenze ed esperienze.
Occorre sapere individuare e cogliere le opportunità ed eventualmente crearsele. Quindi potete sfruttare le vostre conoscenze in tantissimi ambiti e proporvi attraverso network come Fiverr, Addlance, Upwork ecc.

Inoltre  ci sono anche corsi online che vi preparano a 360° per questa professione.

Scegliete voi da dove lavorare, quanto lavorare e come farvi pagare. Perfetto direi.

 

2- Crea un blog

Non è sicuramente l’alternativa più veloce ma se siete costanti le soddisfazioni arrivano.

Vi consiglio però di scegliere una nicchia di interesse e non quella che vi piace o vi appassiona. Se le due corrispondono, meglio. Curate il blog al  meglio e siate costanti.

Dopo qualche mese potete inserire la pubblicità di google attraverso Google Addsense e iniziare ad avere delle entrate passive. Non solo, potete affiliarvi a network di Cpa come MaxBounty e inserire i banner all’interno del vostro sito guadagnando per i click ricevuti.

In base alla nicchia che scegliete potete anche affiliarvi a vari venditori e promuoverli attraverso i vostri articoli.

leggi come creare un blog

 

3- Vendi libri su Amazon Kindle Selfpubblishing

Avevo parlato di questa possibilità qualche articolo fa. (leggi articolo)

Potete scrivere voi i vostri libri o farli scrivere ad altri, l’importante è scegliere parole chiave (argomenti) che siano ricercate dalle persone, ovvero che le persone già cercano. Per trovare e verificare le parole chiave potete acquistare Kdp spy e verificare attraverso questo le parole chiave. Non sarà facile, non sarà veloce ma se fatto con strategia può dare anche questo ottimi guadagni.

4- Acquistare e vendere siti internet

Questo è un business che ho scoperto da poco. In poche parole potete creare un sito internet ex nuovo con pochi euro e poi rivenderlo a 800-900 euro. Oppure potete acquistare, da portali che si occupano di questo, siti internet già esistenti con una rendita di 500-600 euro al mese e recuperare l’investimento in pochi mesi andando cosi a Roi in poco tempo. Un nerwork che  si occupa di questo è Fiva, ma ce ne sono sicuramente altre. Vi consiglio di informarvi in merito anche attraverso i video su YouTube.

5- Affiliazione

L’ho lasciato per ultimo perché le affiliazioni sono quelle dove potete guadagnare di più ma che richiedono un impegno maggiore. Insomma diventare semplicemente un affiliato non vi farà avere soldi. Dovete trovare il modo per portare traffico verso i prodotti che vendete, ma non solo, questo traffico deve essere qualificato. Con traffico qualificato intendo portare verso il prodotto persone interessate ad acquistarlo. Anche delle affiliazioni ho parlato ampiamente. Leggi qui

Trovate programmi di affiliazione seri e con alto margine di guadagno. Vi servirà un budget iniziale per la pubblicità e soprattutto vi consiglio un buon corso prima di fare qualsiasi cosa. Rischiate di ottenere il risultato contrario, invece che fare soldi li spenderete.

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi