Archive June 2018

MARKETING ONLINE. LE TRE COSTANTI DELL’AFFILIATE MARKETING

Ciao a tutti,

oggi volevo ritornare alla questione Affiliate Marketing. (leggi anche Lavorare nel Marketing Online. Le affiliazioni)

Quali sono le costanti dell’Affiliate Marketing?

Quali sono gli elementi che non possono mancare in questo tipo di business? Se siete stati  coinvolti nel mondo dell’affiliate marketing, chi da più tempo e chi da meno, sarete coscienti che è una industria molto propensa a cambiamenti. Un sito che ti fa guadagnare può letteralmente scomparire dalle classifiche dei motori di ricerca da un giorno all’altro. I termini contrattuali del portale che usi potrebbero cambiare in un battito di ciglia,  perdi una fonte di traffico o guadagno importante. Non sarebbe bello avere delle costanti affidabili per una volta? Da qui l’idea dell’argomento di oggi, Le tre costanti d’affiliate marketing.

Queste tre costanti non cambiano  e dovrebbero formare le basi dell’affiliate marketing.

1. IL CONTENUTO È SOVRANO

Probabilmente avrete sentito questa frase altre volte senza farci troppo caso. Però una delle costanti dell’affiliate marketing è il fatto che i motori di ricerca e  i lettori, entrambi, premiano il contenuto. Non solo sarai più alto nella classifica dei motori di ricerca creando contenuto originale, ben ricercato che fornisce valore ai tuoi lettori, creerai anche fiducia. La fiducia ti aiuterà a migliorare i tassi di conversioni e genererà più vendite perché le persone comprano da qualcuno di cui si fidano.

Ma quando un contenuto è di qualità? Un contenuto di qualità deve soprattutto avere le seguenti caratteristiche:

  • Trova un problema da risolvere al pubblico della tua nicchia
  • Investiga diversi modi per risolvere il problema
  • Scrivi in un modo chiaro e conciso
  • Assicurati che il tuo contenuto non abbia errori grammaticali o di ortografia
  • Parla di quello che il titolo del tuo articolo/contenuto promette di insegnare (questo è il segreto più importante a creare contenuto di qualità)

Molti siti forniscono lezioni gratuiti e informativi riguardi a come creare contenuto di alta qualità.

2. RICERCA DI PAROLE CHIAVE

“La preparazione corretta impedisce prestazioni scarse.” Questo consiglio mi è stato dato quando andavo a scuola ma risulta anche ottima nell’affiliate marketing. Una ricerca approfondita ti aiuterà a evitare prestazione scarsa (o/e a non effettuare una vendita).

Tutti, e dico tutti quando abbiamo bisogno di qualsiasi cosa la prima cosa (ormai in automatico) che facciamo è quella di ricercare su google. Le  parole chiave sono importanti. Secondo Wikipedia, Google riceve centinaia di milioni di ricerche al giorno, questo numero può solo aumentare. Sembra molto improbabile che i motori di ricerca spariscano dal mondo dell’internet!

Le Parole chiave sono è la base dei motori di ricerca, quindi vien da sè che la ricerca per parole chiave, “andare a fondo di quello che la gente VUOLE”, sia una costante nell’affiliate marketing.

Fai attenzione a parole chiave basati su:

  • Urgenza (“riparare la tua affidabilità creditizia velocemente“)
  • Crisi/disperazione (“come riconquistare il tuo ex”)
  • Nome di prodotto + recensione (Recensione di La verità sugli addominali”)
  • Come fare/imparare (“come riparare uno Xbox 360 rotto”/”imparare a riparare uno Xbox 360 rotto”)
  • Tipo di prodotto (“addestramento cane DVD/ebook/guida”)

Per trovare parole chiave puoi provare Google Adwords Keyword Tool.  

3. PRODOTTI PROVATI

L’ultimo costante dell’affiliate marketing è “assicurarti che promuovi prodotti provati”. C’è sempre una tentazione enorme a salire sul carro del vincitore e promuovere gli ultimi prodotti dal Mercato ClickBank che promettono commissioni alti e lanci grandi, per poi affievolirsi dopo un po’ (lasciandoti promuovere un prodotto che non va da nessuna parte).
Da affiliato, devi evitare di promuovere prodotti inaffidabili se vuoi creare un  reddito che abbia anche potenziale di crescita. Invece, dovresti focalizzarti   sulla promozione di prodotti provati e con una storia di vendite.

Fai attenzione a programmi di affiliazione  che forniscano supporto costante con potenziale di crescita. Prenditi tutto il tempo necessario quando scegli bene i prodotti; un po’ di ricerca addizionale può aiutarti a evitare problemi futuri.

Fai attenzione a:

    • Da quanto tempo esistono il prodotto e il programma di affiliazione.
    • Offre risorse gratuite che ti aiutano a fare il tuo lavoro
    • E’ facile metterti in contatto con il proprietario del prodotto/manager che da l’affiliazione.
    • Le recensioni di consumatori che siano per lo più positive (cerca recensioni imparziali in forum o blog)
    •  prodotto  di alta qualità (chiedi una copia )

In conclusione, questi tre sono secondo me le tre costanti dell’affiliate marketing. Contenuto di qualità, ricerca affidabile di parola chiave, e promozione di prodotti provati; ecco i tre fondamenti che non cambieranno da un momento all’altro.

Se pensate ci siano altri elementi base vi prego di condividerli con noi.

P.s Sto testando un nuovo programma di affiliazione. Sto provando per un mese, se funziona la condivido con voi 😉

A presto 🙂

MARKETING ONLINE. Come partire senza budget.

Ciao a tutti,

oggi voglio discutere di un argomento molto importante per chi, come me, sta muovendo i primi passi nel Marketing Online. Intanto, sfatiamo un mito, Marketing Online non significa Guadagno a gratis.

Se volete partire da zero il maggior investimento che serve in assoluto è IL TEMPO.

Partire senza budget è fattibile ma richiede TANTO TANTO TEMPO. Quando dico “partire senza budget” non intendo iniziare proprio con 0 ma con un investimento che sia minimo, diciamo 100€ al mese. I tools necessari per sviluppare il vostro business sono indispensabili per partire, quindi i pochi soldi che avete cercate di risparmiarli per questi strumenti.

Allora come iniziare?

  1. Studiare ed Informarti – La prima cosa che dovete fare se non avete quindi un budget è Studiare le informazioni gratuite inerenti alla nicchia di tuo interesse. Vi garantisco che si trova veramente tanto materiale gratuito su youtube o sui vari blog. Certo, non avrete tutte le informazioni che vi darebbe un corso ma quantomeno accumulate le informazioni fondamentali per poter partire nel tuo settore. Visita tutte le pagine, i forum e scarica tutto il materiale gratuito a disposizione.
  2. Cosa Vendere – Se avete un prodotto,  prima di lanciarlo online capite se cè mercato. Per farlo potete usare anche Google Keyword planner. Questo vi aiuta a capire se il prodotto che avete ha mercato e se cè margine di guadagno. Se invece non avete un prodotto vostro potete fare Marketing Online attraverso le affiliazioni. Per chi non sa cosa sono le affiliazioni QUI trova l’articolo. Per promuovere i prodotti in affiliazione senza avere un budget per le pubblicità potete promuovere i prodotti ai quali siete affiliati tramite un Blog ( ovviamente concentrato in una sola nicchia) e potete usare questo in vari modi, fare recensioni, creare delle guide ecc. Se non avete letto l’articolo su come usare il blog lo trovate QUI .  Inoltre trovate una guida gratuita nella sezione del sito Ebook gratuiti. Un secondo modo in cui potete vendere i prodotti in affiliazione è quello di trovare un problema non risolto inerente alla vostra nicchia e creare una guida gratuita che risolve questo problema e pubblicizzarla nei vari gruppi e forum acquisendo cosi dei contatti ai quali puoi in un secondo momento proporre i prodotti che vendi in affiliazione. Per questo torniamo sempre all’importanza del punto 1 che sono le informazioni. Studiare se non hai un budget iniziale è veramente importante per dare un valore aggiunto. Una volta che crei valore sul tuo blog condividi i tuoi articoli in Tutti i social.
  3. Come farsi conoscere – anche per questo terzo punto andiamo a sfruttare le informazioni. Vai sui vari gruppi facebook e forum e rispondi alle persone che espongono un problema. In questo modo vedranno la tua competenza e la tua conoscenza in quel campo e inizieranno a seguirti. Cosi avrai già un pubblico che ti segue, che si fida di te e che sarà disposto ad acquistare un tuo prodotto.
  4. Specializzati – Specializzati in un campo e in una sottonicchia. Per esempio se la tua nicchia è il Marketing Online specializzati sul Copyrighting, sulla Lead Generation o sulle Facebook Adds ecc  e dai valore gratuito su quello. Questo ti aiuterà ad attirare pubblico non solo gratuito ma anche interessato alla tua nicchia.

Questi sono alcuni “trucchi” che potete utilizzare per iniziare a lavorare nel Marketing Online ma sono certa che ci saranno altri metodi. Se qualcuno di voi ne conosce può condividerli con noi sui commenti.

Per adesso un abbraccio a tutti.

 

Lavoro Online. Attenzione a questi ERRORI!

Ciao a tutti. Errori da evitare nel Lavoro Online.

Avete iniziato a creare la vostra lista? Per chi non sapesse di cosa parliamo trova QUI l’articolo 😉

Oggi volevo condividere con voi un paio di accorgimenti o errori da evitare.

Perchè ho deciso di trattare questo argomento? Ora vi racconto brevemente.

Mi è successo di registrarmi a una lista  tramite una pubblicità sponsorizzata su facebook che promuoveva una possibilità di business online, quindi mi sono iscritta alla opt-in (se non sai cos’è clicca QUI )  inserendo la mia email.

Premetto che tendenzialmente io scarico tutto il materiale offerto gratuitamente e mi iscrivo a tutte le liste, che si tratti di un prodotto gratuito o di una opportunità di business. Mi serve anche solo per capire le varie strategie di marketing. Vi spiegherò dopo esattamente come può tornare utile.

Torniamo alla mia storia. Mi sono iscritta quindi alla lista attraverso questo annuncio su facebook, e ho ricevuto la prima email di benvenuto con relativo link del business proposto. Interessata a sapere di cosa si tratta ho cliccato sul link ma la pagina si apre dandomi un errore. Riprovo con il link sottostante, stessa cosa. Provo a questo punto a mandare un’email alla persona che ha pubblicato l’annuncio e quindi il proprietario della lista, email errata. Ho aspettato le seguenti email e ho riscontrato lo stesso problema. Questo cosa significa?

Chi ha lanciato la campagna in oggetto sta spendendo soldi inutilmente a pubblicizzare qualcosa sulla quale NON PUO’ GUADAGNARE perchè le email che manda hanno un link errato e non vi è possibilità di contattarlo per avvisarlo di questo (si ci ho provato più volte e in vari modi). Intanto ha perso una commissione (ME) perchè SI mi sono iscritta al programma di affiliazione e ho pagato il primo mese, sul quale LUI guadagnava il 100%, ma quanti altri come me????

Considerando che SO cosa significa spendere per una campagna e non avere alcun risultato, da qui l’idea di creare un articolo e portare l’attenzione su quello che NON DOVETE ASSOLUTAMENTE FARE o quanto meno stare attenti nel lavoro online e nel marketing che avete creato.

Iniziamo!

  1. PUBBLICIZZARE PRIMA DI AVERE UNA NICCHIA E UNA STRATEGIA DI MARKETING – Quello che in tanti sbagliano (io idem con patate) è pubblicizzare a random su facebook o su altri social  prodotti a caso. Voi NON PUBBLICIZZATE ASSOLUTAMENTE NIENTE se prima non fatte questi due lavoretti da casa 1- Scegliere la nicchia sulla quale concentrarvi (fitness, diete, cibo vegan, infoprodotti ecc), valutate se è una nicchia dove cè mercato (guardate se cè concorrenza, se altri già vendono nella stessa nicchia, gruppi o pagine che parlano della nicchia che hai scelto. 2- Una volta che avete scelto la nicchia pensate a una strategia di marketing per iniziare a promuovere i prodotti. Ora, sulla strategia di Marketing ci vorrebbero ore e ore di video corsi e articoli e articoli di blog. Se non avete soldi per comprare un buon corso trovate TUTTI I VIDEO gratuiti su youtube e ve li studiate per bene. Inoltre potete osservare la concorrenza. Come? Seguendo quello che fanno, iscrivendovi alle loro liste e capire che tipo di sequenza di email mandano, cosa scrivono ecc. 
  2. PUBBLICIZZARE IL LINK DIRETTO NEI VARI SOCIAL  –  Un altro errore da evitare ( ne avevo già parlato precedentemente) è quello di pubblicizzare direttamente il link di affiliazione sui vari social. Una corretta strategia di marketing se volete fare un business a lungo termine con il Lavoro online è quello di creare una campagna che acquisisce contatti e poi attraverso l’email marketing pubblicizzare i vostri prodotti. Se non avete le possibilità economiche per i vari tools potete usare le pagine e i gruppi mirati alla vendita dei prodotti. Ma questo non vi da leads e quindi non è sostenibile a lungo termine.
  3. CONTROLLARE OGNI PASSAGGIO – Ricordate la storia che vi ho raccontato sopra? E’ fondamentale controllare che ogni passaggio della vostra campagna FUNZIONI. Non avrete mai risultati se la vostra campagna ha dei problemi a funzionare. Prima di pubblicare la campagna controllate che il link collegato ad essa sia corretto, che il link che inserite nelle email rimandi alla vostra pagina di affiliato. Controllate che il Comando di invio email della Optin page funzioni e che sia tutto collegato direttamente. Solo una volta verificato che i passaggi funzionano correttamente mandate online la vostra campagna. Io per esempio sono il primo contatto di ogni mia campagna. Cosi verifico se le email arrivano e quando arrivano verifico che i link siano corretti. Se uno dei passaggi non mi convince blocco la campagna, sistemo e la rimando online solo una volta sistemato e riverificato che sia tutto a posto.
  4. SENTIRSI ARRIVATI –  Sembrerà strano ma veramente ci sono quelli che fanno un paio di vendite e credono di sapere tutto. Ragazzi imparare non è mai abbastanza. Soprattutto per chi non può permettersi un corso decente il mio consiglio è seguire (in silenzio) chi già guadagna in questo campo, ma non solo. Come vi dicevo prima, io scarico tutti i materiali gratuiti che trovo nelle varie campagne, cè sempre qualcosa di utile, ma soprattutto mi iscrivo nelle varie liste di chi fa questo lavoro da più tempo e soprattutto di chi dimostra i propri guadagni. Questo vi serve per studiare che tipo di email mandano, la strategia di marketing che stanno utilizzando, il tipo di linguaggio ecc. Cose che una persona che inizia da zero a fare questo lavoro non può sapere. Quindi STUDIATE,STUDIATE,STUDIATE.
  5. AVERE IL BRACCIO CORTO – Capisco le possibilità economiche limitate per chi inizia, soprattutto senza avere altre entrate. Dovete capire però che state iniziando un business e farlo senza voler investire 1 euro è un pò difficile. Se ci credete veramente risparmiate su TUTTO  e usate i soldi per un buon corso innanzitutto e per i tools necessari per lavorare.
  6. SCEGLIERE IL CORSO MENO CARO E FRETTOLOSAMENTE – I Corsi quelli buoni costano. Quindi scegliete bene la persona da seguire e i corsi da comprare. Se proprio volete iniziare con un corso per avere delle informazioni generali vi consiglio UDEMY, i corsi costano poco e sono anche abbastanza decenti. Quello che vi consiglio di fare è seguire i video di chi fa questo lavoro da anni e con buoni risultati. Potete trovare video su youtube o anche sui canali facebook dei vari guru. Valutate bene il GURU da seguire. Potrebbe essere decisivo per la vostra carriera.
  7.  CAMBIARE MINDSET – Fare il marketing online e raggiungere gli obiettivi richiede un RESET  della vs mentalità attuale. Seguite i video o leggete i libri che aiutano a cambiare  mentalità. Vi posso consigliare Bob Proctor e T. Harv Eaker per iniziare.  
  8. SCORAGGIARSI – Vietato scoraggiarsi e soprattutto mollare. Se avete seguito i passaggi e avete impostato una campagna in modo corretto, non vi scoraggiate se non vedete le prime vendite. Date del tempo alla vostra campagna. E se proprio non va, continuate a studiare e a fare pratica. I risultati arrivano.

Sono sicura che ci sono altri errori assolutamente da evitare. Questi sono secondo me quelli più importanti in base alla mia esperienza in questi 3 mesi. Se qualcuno di voi vuole segnalarci altri errori da non fare in base alla sua esperienza lo può fare nei commenti. Sarebbe di aiuto a me e a tutti gli altri.

nei prossimi giorni vi parlerò di un programma di affiliazione che sto sperimentando e mi sembra molto interessante.

STAY TUNED!

 

LAVORARE NEL MARKETING ONLINE. COME CREARE UNA OPT-IN PAGE

Come creare una Opt-in page?

Ciao a tutti,

come vanno queste prime giornate di estate. Io, lavoro,lavoro e poi lavoro. Miro dritta al mio obiettivo e non mi fermo.  Intanto vi informo un pò su come sta andando il mio progetto. Continuo a imparare tantissime cose, ho accantonato Click bank per via dei prodotti non molto convincenti a mio avviso però mi sono iscritta ai programmi di affiliazione di due mentor Americani molto famosi. Ve ne parlerò più avanti.

Oggi volevo approfondire il discorso Opt-in page che ho scoperto sia fondamentale per le conversioni in contatti e poi in vendite. Per chi non sapesse cosa sono le Opt-in page lo invito a leggere QUI

 

Per creare le Opt-in pages potete usare Leadpages e poi collegarlo con GetResponse.

 

la Opt-in Page non è una Landing Page.

La differenza è sottile ma sostanziale.

La Landing è creata per “convincere il visitatore a fare qualcosa” (conversione, informazione, vendita). Sei tu a scegliere quale azione deve compiere l’utente e non devi offrirgli alcuna alternativa: nella Landing, come nella Opt-in, l’utente non ha scelta: o fa quella determinata azione o esce dal sito: una specie di lascia o raddoppia.

Ma se anche la Opt-in Page ha il compito preciso di convincere a fare qualcosa, quale è la vera differenza con la Landing?

Semplice: lo scopo della Opt-in è solo e soltanto quello di raccogliere esclusivamente gli indirizzi email degli utenti che visitano il tuo sito.

Insomma, non tenti di concludere la vendita subito in modo diretto come con la landing page! Ma come ti ho detto prima, i contatti sono un patrimonio ancora più importante della semplice vendita sporadica.

Dai sempre un buon motivo ai tuoi utenti

Perché dovrei iscrivermi alla tua lista? Se lo sta chiedendo l’utente che si trova di fronte alla tua Opt-in Page e te lo devi chiedere tu in fase di preparazione della pagina, solo così avrai la risposta giusta a questa domanda.

Quando il tuo visitatore vede la tua pagina, ed inserisce la sua email vuol dire che le tue parole lo hanno conquistato, e quindi è un potenziale cliente.

Lead pages per esempio è il migliore per la creazione delle Opt-in pages in quanto hai delle pagine da usare, dove implementerai il tuo autoresponder e, se hai un tuo dominio, anche questo. Questo servizio è davvero molto utile per chi non sa nulla di opt-in page, in quanto è davvero molto semplice.

Uno dei problemi principali, forse, è che le pagine sono tutte molto simili, e quindi devi acquistare un abbonamento più grande per poter avere qualcosa di diverso, ma comunque le pagine saranno sempre molto simili tra loro, perché il modello è sempre lo stesso. Altrimenti potete usare il vostro sito e crearle voi stessi.

Per chi ha WordPress posso consigliare questo plugin che ha un costo annuale, quindi si paga una volta sola e non mensilmente, ed è molto più conveniente rispetto a lead pages. Sono entrambi in Inglese quindi un minimo di conoscenza della lingua sarebbe utile. Il plugin che vi consiglio si chiama  Instabuilder . Le recensioni che ho trovato sembrano buone e si può usare i funnel.

le optin pages sono veramente fondamentali per iniziare a creare una vendita di qualsiasi prodotto.

E voi che programma usate?

MARKETING ONLINE. COME USARE GETRESPONSE

Come usare Getresponse

 

getresponse

Ciao a tutti,

oggi volevo approfondire un pò quello che viene definito uno strumento INDISPENSABILE per il lavoro nel marketing online e per sviluppare una strategia di vendita. Quindi entriamo un pò nel succo e vediamo come usare al meglio Getresponse e le sue funzionalità. Per chi non sa di cosa parliamo lo invito a leggere l’articolo su “strumenti di vendita”

Innanzitutto le funzionalità di Getresponse sono davvero tantissime, a partire dalla creazione di Opt-in page alla creazione di Work-flow. Inoltre potete provare gratis per 30gg Getresponse e decidere in seguito se abbonarsi con uno dei pacchetti.

Cos’è Getresponse?

GetResponse è una piattaforma di email marketing. Ti consente di creare una preziosa lista di marketing di potenziali clienti, partner e clienti, in modo da poter sviluppare relazioni con loro e creare una base di clienti reattiva e redditizia. Ha un tasso di deliverability del 99,5%, per assicurarsi che i tuoi messaggi raggiungano le caselle di posta in arrivo.

Come sfruttare al meglio Getresponse?

Potete usare Getresponse per creare una Opt-in page per una campagna e collegare l’autorisponditore con una sequenza di email programmate che partono in automatico dopo l’iscrizione di un contatto. In seguito potete creare news letter da mandare a tutti i contatti.

Come creare una campagna?

per creare una campagna segui i seguenti steps:

1- Fare clic sull’icona Contatti nella barra degli strumenti del Dashboard.

Location of Contacts indicated

2- Negli elenchi contatti, fare clic sul pulsante Crea elenco.

Location Create list button indicated

3- Inserisci il nome dell’elenco nel campo fornito. Ricorda che il nome deve essere univoco, non può esistere in nessun account GetResponse. Il nome deve essere compreso tra 3-64 caratteri (solo lettere minuscole a-z, numeri, meno (-) e carattere di sottolineatura (_).

List name entered

4- se vi serve potete fare clic su Copia impostazioni elenco esistente. Questo copierà dettagli come Da indirizzo e-mail, impostazioni di attivazione, e-mail di conferma e lingua.

5- clicka su CREA

COME CREARE UNA CAMPAGNA. 

Come Creare Landing-pages?

Una landing page è una pagina web autonoma che ha: breve testo che promuove un singolo prodotto, servizio o evento di marketing. Può includere informazioni su un lead-magnet, ad es. una guida, un rapporto o un video. Puoi condividerlo con i visitatori del sito in cambio delle loro informazioni di contatto. un modulo di contatto o un pulsante di invito all’azione (CTA) per incoraggiare le persone a sfruttare l’offerta. In effetti, trasformare i visitatori del sito in abbonati è l’obiettivo principale di una landing page. Le landing page sono uno strumento di marketing perfetto perché possono: aumentare il tasso di conversione mantenendo l’attenzione dei visitatori sul modulo, migliorare il tuo ranking SEO con contenuti mirati e pertinenti, costruire il riconoscimento del marchio e la credibilità aziendale.

Nell’editor delle Landing pages GetResponse, puoi scegliere tra oltre 100 modelli personalizzabili. Continuiamo ad aggiungere altri progetti per soddisfare le vostre esigenze di marketing. L’editor trascina e rilascia consente di creare una pagina di destinazione anche se non si dispone di competenze di programmazione. Semplifica l’aggiunta, la modifica e la rimozione di elementi come testo, immagini, pulsanti o video. Offre un modo rapido per aggiungere e incorporare un modulo di iscrizione, quindi non è necessario crearne uno separato. È tutto in un posto per la vostra comodità. Vuoi creare diverse versioni della stessa pagina di destinazione per vedere quali sono le conversioni migliori? Puoi utilizzare la funzione di test A / B per creare fino a 10 varianti di design visualizzate sullo stesso URL. Vuoi ottimizzare la tua pagina di destinazione per i dispositivi mobili? Puoi andare nell’area di lavoro mobile per visualizzare in anteprima e modificare la versione mobile della pagina. Se volete ci sono anche i template dei thankyou page, ma potete anche scegliere di inserire nella thankyou page l’ url di destinazione. 

Come creare l’Autoresponder

Nel menu Dashboard, vai su Email marketing, fai clic su Autorisponditori nel menu in alto. Nella pagina Gestisci autorisponditori, fai clic sul pulsante Crea nuovo. Ora puoi inserire i dettagli per il tuo messaggio di risposta automatica:

1. Inserisci il nome dell’autorisponditore (questo è il nome che vedrai nella pagina degli elenchi di gestione).

2. Assegna l’autorisponditore a un giorno specifico in un ciclo. Ad esempio, i messaggi iniziano il giorno 0 (il giorno in cui il contatto si iscrive) e il giorno 1 è il giorno successivo all’attivazione.

3. Scegli un elenco per l’autorisponditore.

4. Selezionare quando inviare il messaggio:

la stessa ora iscritta invia gli autorisponditori basati sul tempo non appena il contatto viene aggiunto alla tua lista con un ritardo di invio del messaggio con un ritardo specificato, da 1-23 ore. esattamente in un momento specifico. Abilita il viaggio nel tempo se vuoi che venga consegnato all’ora locale dei tuoi iscritti. 5. Scegli i giorni in cui desideri che il messaggio venga pubblicato. 6. Fare clic su Scegli il messaggio per utilizzare un messaggio esistente o Crea un nuovo messaggio. 7. Fare clic su Salva o Salva e pubblica.

se volete iscrivervi e provare gratis Getresponse per 30gg Click QUI

Questi sono solo alcune delle funzionalità base di getresponse, ma ha realmente tantissimi altri funzioni.

Voi che autorisponditore usate?

Lavorare nel Marketing Online. Situazione attuale

Ciao a tutti.

Scusate l’assenza di questi giorni, mi sono concentrata su un nuovo progetto di marketing che mi sta portando via un sacco di tempo.

Allora, volevo aggiornarvi sull’andamento del mio progetto. Insomma , MUMINJOB esiste per questo. Per chi non ricordasse o non avesse letto lo rimando QUI.

Sono entrata nel mood del marketing online, ho fatto miei i concetti che ne riguardano e so di cosa parlano quando guardò i video su you tube, o i vari blog e articoli della materia. Vi garantisco che questo non è poco. Tuttavia, aime, sono ancora lontana dall’obiettivo prefissato. Per chi non ricordasse LEGGI QUI. Insomma, la promessa di Sara Iannone non è stata mantenuta. E vi garantisco, non per mancanza di lavoro o impegno da parte della sottoscritta. Forse manca nel suo corso la parte fondamentale per una nuova iniziata come me, l’esempio su come impostare una campagna dalla A alla Z.

Detto ciò ,

Sto continuando a promuovere i prodotti click bank, ma mi sono spostata nei prodotti in Inglese. I prodotti in Italiano sono troppo limitativi, o per lo meno a me è risultato più difficile venderli.

Per chi conosce ( anche non perfettamente ) l’Inglese secondo me la scelta migliore è quella di buttarsi sui prodotti in Inglese e promuovere anche fuori dall’Italia. Il mercato è più ampio e le possibilità di scegliere prodotti di qualità maggiore.

Al momento sono molto concentrata su un nuovo progetto. MOBE. Per chi ha letto il mio articolo sulle AFFILIAZIONI HIGH TICKET Sa di cosa stiamo parlando. Sto seguendo i 21 steps per entrare nel programma MOBE. Che è un corso vero e proprio. Costa 49$ rimborsabili qualora non siate soddisfatti e secondo me dovrebbero farlo veramente tutti quelli che fanno i primi passi nel marketing online e soprattutto nelle affiliazioni. È un corso che ti aiuta a cambiare Mindset, cosa fondamentale per lavorare in questo campo.

Per i 21 STEPS VAI QUI

Rimango a disposizione per chiunque avesse bisogno di chiedermi informazioni in merito al mio percorso o per qualche prodotto da me privato.

Per ora un saluto a tutti.

Orty , MUMINJOB

GUADAGNARE CON CASH BACK ONLINE.

Ciao a tutti.

Oggi vorrei parlarvi del programma cash back.

Ho deciso di scrivere questo articolo, per chi è alle prime armi e sta cercando un modo per arrotondare lo stipendio e creare una rendita alternativa sfruttando il web. Se invece vuoi lanciare un business, ti consiglio di leggere il mio articolo idee di lavoro da casa .

Tornando all’argomento di oggi, esistono molteplici possibilità di poter ottenere un profitto dai vari strumenti disponibili sul web.
Tra le modalità maggiormente interessanti per poter guadagnare online troviamo come guadagnare con i siti di cashback.
Ma di cosa si tratta?

CHE COSA SONO I SITI CASHBACK?

La parola “cashback” significa(dall’inglese) “soldi indietro”. I siti cashback sono delle piattaforme che consentono agli utenti di essere rimborsati con una percentuale o una quota fissa in contanti, per aver effettuato un acquisto.
In sostanza, il cashback è un vero e proprio rimborso di denaro su quello che compri, possiamo affermare che si viene pagato per fare shopping.

L’utente che si registra su questi siti appositi, può guadagnare denaro da molteplici tipologie di acquisto online come viaggi, abbigliamento, prodotti elettronici e prodotti finanziari.
Il maggiore vantaggio consiste nell’ulteriore ottenimento di offerte e sconti fatti dal venditore affiliati, che uniti con il cashback, l’utente può risparmiare ancora di più.

Uno degli scopi maggiori dei siti di cashback è incrementare il più possibile il numero degli iscritti, offrendo ai propri clienti bonus o soldi se invitano altri utenti a iscriversi a quella determinata piattaforma.

Detto questo, il sito di cashback pone, però, una soglia minima da raggiungere per poter richiedere il pagamento, aumentando così la fidelizzazione. Inoltre, un altro modo per aumentare la fidelity è rappresentato dal fatto che all’atto della registrazione viene regalato al nuovo iscritto da 5 a 10 euro.

Generalmente il pagamento avviene tramite assegno proprio per rendere meglio l’idea che non si tratta di sconto ma di guadagno e in alternativa anche PayPal o bonifico.

In Italia è una tipologia di guadagno ancora poco utilizzata, ma che piano piano sta aumentando.

LE TIPOLOGIE DI CASHBACK

Esistono due tipologie di siti web di cashback fondamentalmente, che possono essere:

  • Siti che pagano una percentuale su quello che viene acquistato;
  • Siti che pagano una quota fissa su quello che viene acquistato.

Il primo caso è utilizzato dalla maggior parte dei negozi online. Per esempio se si spende 1000 euro per un viaggio su un certo sito, è possibile ottenere fino al 12,5% di restituzione, cioè ben 125 euro, che potranno essere utilizzati a proprio piacimento.
Nel secondo caso, altri siti offrono una quota fissa a ogni azione, per esempio 10 euro per ogni biglietto aereo.

COME SI PUÒ OTTENERE IL CASHBACK?

Il modo più facile è quello di passare tramite i portali di cashback per vedersi riconosciuta la percentuale sugli acquisti.
Il sito di cashback, ogni volta che l’acquisto dell’utente viene confermato riceve una ricompensa che divide con il compratore che ha fatto la transazione.

La tempistica del rimborso può variare.

I siti di cashback sono un buon modo per guadagnare online, facendo acquisti o divertendosi con il social shopping. Dopo aver appreso che cos’è il cashback e come funziona è importante, però, capire quali siti siano realmente affidabili, cosa offrono e su quali conviene registrarsi. In verità, la registrazione sulla maggior parte dei siti di cashback è gratuita, ma è consigliabile optare per un numero esiguo di siti al fine di raggiungere la soglia minima che dà diritto concretamente al rimborso.

I criteri per scegliere un sito di cashback sono molteplici: la tipologia di negozi convenzionati, la presenza di bonus di benvenuto, le modalità di pagamento e soprattutto se si tratta di un sito di cashback italiano o straniero.

Ho selezionato 3 siti di cash back che secondo me sono i migliori

  1. BuyON – Registra più di 400 negozi online. Al momento della registrazione guadagni 10€ per poter in seguito guadagnare per ogni tuo acquisto devi entrare sul sito di BuyON e selezionare il negozio di interesse per poi acquistare. Una volta completato l’acquisto ricevi la commissione. Raggiunti 50€ di commissione puoi richiedere il cash back. Registrati gratis.
  2. Cashback World sito Lyoness  – A differenza di BuyOn questo sito permette il cash back anche per acquisti presso i negozi fisici attraverso la loro Card. Una volta registrati gratuitamente vi arriva la card che potete usare quando andate nei negozi. Per registrarti gratis Click Qui
  3. Dubli –    a mio avviso uno dei migliori.  – la registrazione è categoricamente gratuita.Riconosce fino al 30% di cash back,  puoi massimizzare i risparmi sommando le offerte speciali, i buoni sconto, i codici promozionali e le offerte di consegna gratuita al Cash Back. Registrati ora a Dubli

 

Sia chiaro, non diventate ricchi e tanto meno potete contare su questo per vivere, ma è un buon modo per racimolare qualcosa. E’ come se fosse un programma di risparmio.

Per adesso vi saluto, contattatemi se volete informazioni.

Abbracci, Orty.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi